Home

C - Nuovo Palazzetto dello Sport a Sirmione (VR)

Accedi all'area riservata

Anno: 2013

Progetto per il nuovo Palazzetto dello Sport a Sirmione (VR). Il progetto è classificato al secondo posto nell'omonimo concorso di idee nazionale. Il Progetto conferma le strutture sportive esistenti, ampliandole e/o completandole, mentre rafforza e completa la rete di collegamenti interni tra strutture esistenti e nuove, aggiunge un nuovo palazzetto polifunzionale e arricchisce l’area con servizi collaterali (parcheggi, aree di interscambio, zone di sosta e verde attrezzato, piste ciclabili, ecc). La parola-chiave dell’intervento è multifunzionalità: è necessario che un investimento di tali proporzioni sia destinato a costituire un’area di riqualificazione e rifunzionalizzazione certamente ottimizzata per lo sport, ma non rigidamente dedicata alle attività sportive. Un tale polmone verde deve poter essere utilizzabile come area ricreazionale urbana da tutta la cittadinanza. Ecco quindi che sono inseriti nel Progetto vari accorgimenti per creare un’area sportiva razionale ed organizzata al suo interno, ma anche compenetrata con il tessuto esistente: le piste ciclabili e i percorsi pedonali dell’area si riconnettono a quelli esistenti di Sirmione, è prevista un’area a parco urbano che sarà aperta con orari più flessibili di quelli degli impianti sportivi, ed inoltre sono previste aree all’aperto che rimarranno attrezzate e fruibili, ma nel contempo essenziali e resistenti in modo da non necessitare di manutenzione troppo spesso. I parcheggi previsti per l’utilizzo dell’area sono integrati e collegati con quelli già esistenti al limitare della zona di intervento, in modo che sia possibile ed agevole l’utilizzo della struttura nelle sue piene funzionalità in occasione di eventi ed affollamenti straordinari, ma anche in modo che i nuovi parcheggi fungano da decongestione per quelli esistenti che servono sia gli impianti sportivi che le residenze nelle immediate vicinanze. In ottemperanza ai protocolli LEED®, anche il sito è stato progettato con una serie di accorgimenti per ridurre l’impatto ambientale delle opere in previsione: parcheggi in grigliato erboso per aumentare la metratura di terreno permeabile all’acqua, incentivi al trasporto collettivo (previste fermate per autobus e parcheggi per pullman) ed alternativo (previsti ampi parcheggi per bici e colonnine di ricarica delle auto elettriche); colori chiari, che diminuiscono il surriscaldamento delle superfici; materiali locali, con ridotto impatto di trasporto.